Mercoledì, 03 Luglio 2019 16:35

IL BUSINESS DEL CINISMO

Scritto da  redazione
La raccolta fondi a sostegno della Sea WATCH ha superato i 100.000 euro, con oltre 5.000 donatori, in meno di 24h, con un picco proprio nelle ore successive al gesto di disobbedienza civile di Carola Rackete. Non "a spese dei governi" né "a spese degli altri" come dice il Carlino, ma con il contributo volontario e spontaneo di cittadini comuni. Non abbiamo bisogno di credere ai "san Francesco", in questo il Carlino ha ragione, abbiamo bisogno di persone preparate, determinate, impegnate nel proprio lavoro (perché sì: non è un hobby, è un lavoro e come tale retribuito) e responsabili delle proprie decisioni. Abbiamo bisogno di una società in grado di creare una rete forte di risorse economiche a sostegno di iniziative di bene comune. La notizia è che questa società esiste già, è viva, attiva e funziona in modo efficace, proprio come dimostra la raccolta fondi delle ultime ore. Ed è proprio questo che fa paura a chi ha bisogno di alzare il fango per nascondere la debolezza di una proposta politica che si rivela sempre più inetta e incapace di risposte di fronte alle sfide epocali del nostro tempo.
Letto 16 volte
Altro in questa categoria: « profondamente sbagliato

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Seguici anche su...


Questo sito aderisce al protocollo d'intesa sulla comunicazione interculturale promosso dalla Regione Emilia Romagna

La carta di Roma è un documento voluto dalle organizzazioni dei giornalisti per autoregolamentare il "trattamento delle informazioni concernenti i richiedenti asilo, i rifugiati, le vittime della tratta ed i migranti nel territorio della Repubblica Italiana ed altrove". 

Leggi la carta - scarica la carta

Occhioaimedia.org è una iniziativa a cura dell'Associazione Cittadini del Mondo
Via Kennedy, 24 - Ferrara - www.cittadinidelmondo.org
Sito non periodico escluso dall'applicazione della Legge 7 marzo 2001, n. 62