Lunedì, 08 Febbraio 2021 09:56

una domanda al prof. Varese

molto interessante il suo articolo “Gang, droga e machete, Ferrara capitale della mafia nigeriana” (La Repubblica, 28-01-2021), nel quale parla delle “non-soluzioni” come quella della giunta leghista di “togliere le panchine per rendere la vita più difficile agli spacciatori”. In questa zona attorno alla stazione c'è da tempo un'intensa attività di controlli di “stop and search” (fermo e controllo documenti) sopratutto nei confronti dei giovani neri, una pratica costante di profilazione etnica, sostenuta ed amplificata dai media locali.*

Secondo lei questa pratica incide davvero nella lotta contro il traffico internazionale della droga? O si tratta dell'ennesima non-soluzione?

 

(* documentata ampiamente sui nostri siti. Segnaliamo in particolare la pubblicazione “Ai tempi di una pandemia nessuno è straniero” ed il comunicato del 18-12-2020 di Cittadini del mondo e Associazione Nigeriani Ferrara)

Altro in questa categoria: « Agitu, "la profuga"

Via John Fitzgerald Kennedy, 24
44122, Ferrara, FE
Tel: 0532.764334

Contatti

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 

Questo sito è una iniziativa dell'Associazione Cittadini del Mondo Ferrara