Sabato, 25 Aprile 2020 15:12

Libertà di stampa e discriminazione: dov'è il limite?

Scritto da

A seguito dell'ennesima affermazione sgradevole e discriminatoria di Vittorio Feltri, direttore di Libero, diverse edicole del Sud Italia hanno esposto questo cartello.
Feltri, infatti, il 21 aprile a Fuori dal Coro di Rete4, ha dichiarato "io credo che i meridionali in molti casi siano inferiori". Con un tweet poi si è voluto difendere, dicendo che si riferiva all'inferiorità economica del Sud rispetto al Nord.
Sta di fatto che questa affermazione è solo l'ultima nella lista delle innumerevoli uscite disdicevoli del direttore, per non parlare del suo giornale, a noi famoso, per gli articoli contro donne, gay ("diminuisce il Pil, ma aumentano i gay"), immigrati e musulmani ("Bastardi islamici").
Finalmente si sta muovendo qualcosa per far declassare questo giornale e il suo direttore?
La libertà di stampa è sacrosanta, ma non deve essere intesa come invito e giustificazione a offendere e discriminare.


Via John Fitzgerald Kennedy, 24
44122, Ferrara, FE
Tel: 0532.764334

Contatti

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 

Questo sito è una iniziativa dell'Associazione Cittadini del Mondo Ferrara