Sabato, 19 Settembre 2020 12:53

Discriminazione dalla Svizzera

Ci hanno segnalato il video che troverete al seguente link: https://www.facebook.com/watch/?v=599713357579836&extid=vC6HI5zLdS4B7uoD.

Questo video riassume tutti i pregiudizi e gli stereotipi riguardo ai migranti: fanno aumentare il traffico, perchè ci sono troppe macchine in giro (addirittura!); rubano il lavoro, facendolo perdere allo svizzero; rendono meno sicure le strade; le classi sono piene di stranieri; fanno aumentare la criminalità; sono pigri e stanno tutto il giorno alla stazione o in bus. Tutto condito da nazionalismo e maschilismo, considerando che solo il nonno ha costruito il Paese, secondo quanto riporta la narratrice, tenendo da parte l'azione e il contributo delle donne.

Ancora più preoccupante è che questi messaggi sono raccontati da una bambina, strumentalizzandola: ricorda qualcuno?
UDC Ticino non è nuova nel fare queste cose. Il video è la loro campagna per votare Sì all'iniziativa per la limitazione all'immigrazione del 27 settembre.

 

A questo link trovate un articolo di approfondimento: https://it.businessinsider.com/canton-ticino-lega-caccia-italiani-permessi-di-soggiorno-frontalieri-norman-gobbi/?ref=fbpe&fbclid=IwAR2EFdNORF26k0_tpucHo1zlj7Mx_yhFV4Kk6MgZim32TL-zPeJpzlRk780

Martedì, 11 Agosto 2020 12:15

Perché così tanto spazio a queste porcherie?

Più di dieci anni fa, Occhioaimedia ha denunciato: “articoli che fanno cassa di risonanza per politici che vogliono attirare l'attenzione dei media dicendo cose offensive e volgari nei confronti di certe etnie e di certe religioni...” ma i giornali continuano a farlo. E i politici continuano a ripeterle, perchè sanno che hanno uno spazio riservato sulle prime pagine dei giornali. Un ciclo continuo. Ma è ora di smettere.

Durante il periodo della chiusura per l'emergenza Coronavirus sono comparsi i seguenti titoli nei quotidiani locali ferraresi: 

  • Presidio della polizia in Gad, 2 espulsioni e 5 sanzioni [Estense.com 17/04/20]
  • Polizia setaccia la Gad, espulsione e tre sanzioni [Estense.com 24/04/20]
  • Espulso clandestino Giro di vite sui controlli dalla Questura [La Nuova Ferrara 27/04/20]
  • Polizia in Gad, un’espulsione e due violazioni Covid [Estense.com 02/05/20]
  • Zona Gad ‘tranquilla’, due espulsioni e una sanzione [Estense.com 07/05/20]
  • Portomaggiore, mente per eludere la sanzione: arrestato [La Nuova Ferrara 10/05/20]
  • Zona Gad, espulso dall’Italia un 20enne e sanzionati due trasgressori Covid-10 [Estense.com 15/05/20]
  • Multe da capogiro a pescatori stranieri [Il Resto del Carlino Ferrara 18/05/20]

 

Le sanzioni riferite in questi titoli sono quelle applicate dalle forze dell’ordine durante i controlli anti-Covid, mentre “GAD” è la zona multietnica vicino alla stazione della città.

La redazione di occhioaimedia.org, applicando alcune delle metodologie usate nella ricerca precedente “Sono solo parole” condotta in collaborazione con l'Associazione Carta di Roma (vedi https://www.occhioaimedia.org/), ha fatto un monitoraggio parziale della stampa locale ferrarese durante il periodo della chiusura. Nel periodo 8 marzo - 31 maggio 2020, gli articoli riguardanti parallelamente persone di origine straniera e controlli anti-Covid sono risultati essere più di 40. I titoli sopra elencati suggeriscono un collegamento diretto fra il controllo anti-Covid ed i provvedimenti presi contro lo straniero, compreso quello dell’espulsione. Gli altri contengono numerosi riferimenti a varie trasgressioni amministrative – "omesso rinnovo del permesso di soggiorno per mancanza dei requisiti", "inottemperanza al foglio di via", ecc. – e ad altri reati che non hanno niente a che fare con l’emergenza sanitaria: "resistenza a pubblico ufficiale", "detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti", "sostituzione di persona" e così via.

Occhio ai Media invita ad una riflessione su questo modo di riportare l’informazione dell'attività di controllo anti-Covid, che tende non solo a colpevolizzare le minoranze etniche per un fenomeno del quale sono vittime come tutti, ma anche a deviare l’attenzione dal lavoro esemplare svolto dalle forze dell'ordine nella lotta contro la diffusione del virus, caratterizzandolo come operazione di profilazione etnica. 

Quello dei titoli elencati non è l'unico modo di presentare queste notizie: ad esempio, nei bollettini giornalieri della Prefettura di Ferrara, citati spesso negli stessi quotidiani locali, gli altri reati rivelati dagli agenti durante i controlli sono riportati semplicemente come 'altri reati', cioè fatti secondari.

Buona parte della stampa locale, in primo luogo Estense.com, ha informato tempestivamente sulle pratiche discriminatorie dell’Amministrazione comunale, specialmente nell'erogazione dei Buoni spesa. Lo stesso impegno professionale sarebbe molto importante anche nel riferire altri eventi, soprattutto quelli derivanti dai rapporti di polizia.

 

Ferrara 20/05/2020,

Occhio ai Media

Mercoledì, 03 Luglio 2019 16:35

Il business del cinismo

La raccolta fondi a sostegno della Sea WATCH ha superato i 100.000 euro, con oltre 5.000 donatori, in meno di 24h, con un picco proprio nelle ore successive al gesto di disobbedienza civile di Carola Rackete. Non "a spese dei governi" né "a spese degli altri" come dice il Carlino, ma con il contributo volontario e spontaneo di cittadini comuni. Non abbiamo bisogno di credere ai "san Francesco", in questo il Carlino ha ragione, abbiamo bisogno di persone preparate, determinate, impegnate nel proprio lavoro (perché sì: non è un hobby, è un lavoro e come tale retribuito) e responsabili delle proprie decisioni. Abbiamo bisogno di una società in grado di creare una rete forte di risorse economiche a sostegno di iniziative di bene comune. La notizia è che questa società esiste già, è viva, attiva e funziona in modo efficace, proprio come dimostra la raccolta fondi delle ultime ore. Ed è proprio questo che fa paura a chi ha bisogno di alzare il fango per nascondere la debolezza di una proposta politica che si rivela sempre più inetta e incapace di risposte di fronte alle sfide epocali del nostro tempo.

Martedì, 19 Marzo 2019 08:06

4 giorni dopo

Il massacro di Christchurch è sparito dalle prime pagine dei quotidiani italiani. E i fari si riaccendono sulla qualità della politica italiana. Condoglianze alle vittime.

Sabato, 22 Dicembre 2018 18:53

La pacchia (mediatica) continua...

… La stampa continua a dare la massima risonanza a qualsiasi politico che apre bocca sulla tematica della migrazione, come segnaliamo noi di Occhio ai Media da anni e come sottolineato nell'ultimo rapporto della Carta di Roma: “Nel 2018, il ministro Salvini conquista l’8,2% dei titoli della stampa sul tema migranti. Una penetrazione molto elevata e costante nel tempo, con almeno un titolo di stampa un giorno sì e uno no durante i primi dieci mesi del 2018. Il dato conferma quanto la copertura mediatica del ministro sia strettamente associata al tema migranti. “ (Notizie di Chiusura, p.16)

Chi sa dove finirà?

Martedì, 02 Ottobre 2018 12:12

Solidarietà a Domenico Lucano

Sabato, 03 Febbraio 2018 19:31

Come condannare un'etnia intera

"E' un fatto che l'accoglienza dei migranti generi allarme sociale"
Questa è pura ipocrisia. Gran parte dell'allarme sociale è generato da scelte editoriali di questo tipo.

Quella che sostiene il vice direttore:

“...Sono perlopiù immigrati di seconda generazione che quindi conoscono bene le nostre consuetudini, sanno muoversi nelle città in cui risiedono. E’ successo in Francia, in Germania, in Inghilterra, in Belgio. E’ la prova che l’integrazione e la società multilculturale non funzionano come dovrebbero nonostante coloro che propongono l’accoglienza senza filtri....” 

non è e mai sarà una prova che la società multiculturale non funziona. Basarsi su numeri così bassi (cioè i terroristi), rispetto alla vastità degli immigrati di seconda generazione, è ridicolo persino da un punto di vista matematico-statistico.

Mercoledì, 05 Luglio 2017 12:42

La percezione sugli immigrati

Che cosa comunica un titolo del genere? 

Page 1 of 4

Via John Fitzgerald Kennedy, 24
44122, Ferrara, FE
Tel: 0532.764334

Contatti

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 

Questo sito è una iniziativa dell'Associazione Cittadini del Mondo Ferrara