OCCHIO AI MEDIA


Volevano colpire Milano e Bologna Dentro 5 africani

13 Giugno 2009

Nel 2006 erano componenti del Gruppo Salafita per la predicazione e il combattimento e attivi anche in Al Qaeda nel Maghreb Islamico (Aqim). E come tali avevano cominciato a progettare attentati in vari Paesi: in Italia avevano pensato di colpire la metropolitana di Milano e la chiesa di San Petronio a Bologna. Per queste ragioni, cinque magrebini - di cui uno irreperibile e tre già in carcere - sono stati raggiunti nei giorni scorsi da un’ordinanza di custodia cautelare. Il gruppo era stato individuato nella primavera del 2006, quando sette magrebini erano stati espulsi dall’Italia. I cinque colpiti in questi giorni da ordinanza sono due tunisini, di cui uno arrestato a fine maggio dai carabinieri in Sicilia e l’altro detenuto in Marocco; un marocchino, in cella nel suo paese, come un algerino. Manca un quinto di origine marocchina. Per i cinque l’accusa è di associazione con finalità di terrorismo in Italia e all’estero, di finanziamento del terrorismo internazionale, di reclutamento e addestramento di persone inviate in Iraq ed Afghanistan al fine di compiere attentati. I progetti contro l’Italia erano - a dire degli stessi investigatori - molto vaghi. (C.Praz.)

Leggo
5 Giugno 2009
Leggi l'articolo originale

Contatti

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Questo sito è una iniziativa dell'Associazione Cittadini del Mondo Ferrara
Via John Fitzgerald Kennedy, 24 - 44122 Ferrara, FE | Tel: 0532.764334